Il crowdfunding immobiliare: un nuovo modo di investire nel mattone

il crowdfunding immobiliare un nuovo modo di investire nel mattone

Il real estate accessibile a tutti

Il crowdfunding immobiliare è un nuovo modo di investire nel mattone, attraverso un finanziamento collettivo di progetti immobiiari proposti da piattaforme web.

Nel passato l'unico modo di investire in immobili era quello di disporre di importanti capitali per accedere all'acquisto di proprietà, oggi invece esistono piattaforme di crowdfunding, sia equity (il cui modello prevede l'acquisizione di quote societarie a fronte dell'investimento) che lending (il cui modello prevede la restituzione dell'investimento come fosse una forma di finanziamento), che consentono di partecipare anche con piccole somme di denaro.

Anche se più utilizzato all'estero, in Italia negli ultimi anni sono nate le prime piattaforme che hanno riscontrato notevoli adesioni sia come progetti che come capitali raccolti.

Walliance, è la prima piattaforma di crowdfunding immobiliare ad ottenere l'autorizzazione in Italia, nata a settembre 2017, ha radici profonde. Il fondatore Gruppo Bertoldi, holding a conduzione familiare, ha infatti consolidato una notevole esperienza nel settore immobiliare, nell’attività di property management e nella consulenza in materia di investimenti nel real estate.

All'accesso nel portale è richiesta una registrazione gratuita, grazie alla quale si può proporre un progetto di investimento o a valutare potenziali progetti sui quali contribuire anche con una somma minima di €500.

Selezionato il progetto sul quale investire, è sufficiente caricare i propri dati compilare, i questionari previsti dalla Consob e se idonei procedere col finanziamento. Il capitale raccolto confluisce nella società ideatrice del progetto e se non si raggiunge la soglia minima prevista, la somma investita viene resa.

Walliance ha raccolto a fine semestre 2018 1,27 milioni di euro realizzando la raccolta  fondi immobiliari online più grande in Italia.