Come scegliere il social network giusto

come scegliere il social network giusto

Magazine:
Milano Magazine, 24oreNews

Mese:
Marzo 2018

COME SCEGLIERE IL SOCIAL NETWORK GIUSTO

I social network fanno ormai parte della nostra vita  quotidiana e sono  diventati importantissimi. Essere sui social vuol dire avere un canale  privilegiato e interattivo  per comunicare con i clienti o potenziali clienti, ma non tutti i social network funzionano e sono efficaci nello stesso modo. Come fare, quindi, per scegliere il social più giusto in relazione ai nostri obiettivi? Ogni social network ha la sua specificità e le sue caratteristiche:  cerchiamo quindi di capire quale può essere il social network più adatto  per pubblicizzare la nostra attività.

Facebook è diventato il social network per eccellenza, arrivando per- fino a essere quotato in Borsa. Il più grande vantaggio della pubblicità su Facebook è senza dubbio l’enor- me numero di persone che possono essere messe a conoscenza e aggiornate sulle offerte e sulle novità proposte dall’azienda, in ogni settore e target di mercato. Adatto a quegli imprenditori che ci vedono lungo e stanno cercando un modo efficace per trovare nuovi clienti e aumentare il fatturato. Funziona molto bene quando il nostro busi- ness è rivolto al cliente finale (B2C).

Linkedin è il social network dedicato ai rapporti professionali (B2B). Attualmente più di cento milioni di professionisti lo usano per scambiarsi informazioni, idee e opportunità. In Italia raggruppa una community formata da circa un milione e settecento iscritti ed è in assoluto il social network più utilizzato per cercare lavoro. La forza di Linkedin è quella di essere una vetrina professionale mondiale per il professionista che si vuole “vendere” e una piazza dove fare affari per l’azienda in cerca di contatti con dipendenti di aziende che potrebbero essere potenziali clienti.

Twitter va immaginato come una vetrina sul web, dove gli utenti lan- ciano messaggi rapidi e sintetici con la speranza che essi siano letti da più persone possibile. Twitter può essere un buon completamento in una campagna di informazione e pubblicità di un’attività, permettendo di fare ottimi botta e risposta con visitatori e clienti. Tuttavia è uno strumento che deve essere aggiornato continuamente e senza interruzioni: una pagina Twitter che dà un’idea di abbandono e decadimento può nuocere all’immagine dell’impresa.

Non mi dilungo su tutti i Social esistenti, i tre che ho proposto sono sicuramente quelli principali  e più diffusi per pubblicizzare la vostra attività. La scelta di quale o quali social network appare piuttosto semplice e scontata. Se Facebook e Twitter sono molto utili nel rapportarsi e farsi conoscere da una vasta platea di persone (B2C), Linkedin consente invece di poter ampliare i propri contatti professionali e di conseguenza aumentare il raggio di affari (B2B).

 

ore news marzo